Il 15 giugno ecco il terzo Festival di musica popolare svizzera

Dopo il grande successo di pubblico e di critica ottenuto con le prime due edizioni dell’estate 20 1 1 e del 20 1 5, sempre a Ludiano, ecco che quest’anno il dinamico Comitato organizzatore della locale Società carnevale è riuscito di nuovo a portare in Bassa Blenio dei gruppi di musica tipica e popolare svizzera molto noti nell’ambito del “Festival di musica popolare svizzera”. L’evento avrà quindi una rilevanza nazionale dato che a Ludiano, che sarà interamente pedonalizzato, sono attesi 12 tra i migliori gruppi di musica popolare svizzera, compresi il gruppo dei Comi delle Alpi di Corzoneso, il Coro Voce del Brenno e la “Vox Blenii”, notissime formazioni locali che quindi giocheranno in casa! Il festival prenderà avvio alle 10 e per tutto l’arco della giornata e della serata si potranno ascoltare i vari gmppi: nell’ordine ci saranno i suggestivi corni delle Alpi da Curzònas, le melodie del Coro Voce del Brenno, seguiti dalla famiglia grigionese Lenglerkapellà che rallegrerà la mattinata. Verso le 12, suonerà il gruppo romando Follaton con alla testa Nikita Pfister. Nel pomeriggio si alterneranno altre formazioni provenienti da tutta la Svizzera: il gruppo appenzellese Kappelle Weissbad, i romanci della Surselva Alexi e Marcus; il duo Handorgelduo Dolfi Rogenmoser/Friedel Herger e la Kapelle “Alp Nùsell” dal Canton Zugo; la Vox Blenii e la Bandella ticinese I KM 0. In serata, nell’area di svago si esibirà la famosa fisarmonicista lucemese Claudia Muffs con il suo gruppo Luzener-Band.

A concludere la giornata di festa, verso sera, ci saranno i concerti della bandella ticinese I KM 0 e del famoso zurighese Hanneli-Musig che si alterneranno sul palco principale, dove si potrà anche ballare. Per concludere, i due grappi eseguiranno assieme alcuni brani. Sono tutti gruppi molto noti e di successo nelle loro regioni di provenienza. I loro componenti sono spesso giovani e talentuosi. Per il pubblico sarà l’occasione di vedere e sentire melodie e stru
menti diversi da quelli ai quali siamo abituati.

Ad esempio il corno delle Alpi, la tradizionale musica appenzellese o ancora lo strumento noto come salterio. Se siete curiosi e vi piace scoprire culture e musiche diverse dalle nostre ma fortemente legate al territorio svizzero, questa è l’occasione da non mancare!
Evento in diretta sulla Rete UNO La manifestazione è unica nel suo genere in Ticino e, proprio per la sua tipologia, rappresenta una sorta di “ponte culturale virtuale” lanciato tra il Sud e il Nord della Svizzera. Essa avrà anche il pregio di essere trasmessa dalla radio: sabato mattina vi sarà la diretta su RETE UNO dall’area di svago con la trasmissione “Gustando ” condotta da Fabrizio Casati (dalle 10.05 alle 12.00), mentre la mattina di domenica sarà la volta, sempre in diretta su RETE UNO della trasmissione “Ti ricorderai di me ” condotta da Carla Norghauer(10.

12- 12.15) con l’accompagnamento musicale del gruppo Kapelle Alp Nùsell di Zugo. Per le due dirette è atteso il grande pubblico dei fan’s di Casati e Norghauer. Non da ultimo, l’evento farà da trampolino di lancio alla grande Festa nazionale di musica popolare
prevista per la prima volta in Ticino, a Bellinzona, nel settembre del 2023. Entrata gratuita e manifestazioni collaterali L’entrata sarà gratuita e il pubblico potrà aggirarsi liberamente tra le varie “scene” e palchi musicali allestiti in luoghi caratteristici di Ludiano come il torchio “Cat’ Mutai” (uno dei più grandi ancora in funzione in Ticino), e i suggestivi grotti Milani e Spriich, ricavato quest’ultimo sotto un grande masso.

Per raggiungere Ludiano si consiglia di utilizzare i mezzi pubblici (la strada cantonale tra Ludiano e Semione verrà chiusa al transito), mentre in partenza dal parcheggio segnalato in campagna a Semione saranno in funzione dei bus navetta gratuiti. I visitatori potranno anche percorrere i sentieri escursionistici, facili e adatti alle famiglie, che toccano il Castello di Serravalle (dove saranno organizzate delle brevi visite guidate) e i caratteristici vigneti di Ludiano. Insomma, si potrà abbinare il piacere di una camminata in famiglia o con amici, alla musica dal vivo e a un gustoso pranzo e/o cena nostrani sul posto.
L’evento si svolgerà con qualsiasi tempo e sarà completato dalla fieramercato degli artigiani bleniesi che proporranno prodotti ticipi dell 'artigianato ticinese. La Società carnevale organizzatrice ringrazia per la disponibilità e sensibilità i proprietari dei terreni che saranno “coinvolti” nella manifestazione e che mettono a disposizione le loro superfici per i parcheggi, in particolare l’Azienda Agricola di Diego e Giovanna Dandrea a Semione.

Un caloroso grazie va anche e in special modo ad Albert Riittimann che ha aiutato in modo sostanziale nell’organizzazione dell’evento, al comitato della Società carnevale e tutti i volontari che hanno aiutato e che aiuteranno durante il grande evento. Un ringraziamento sincero gli organizzatori lo rivolgono a tutti gli sponsor che hanno reso possibile l’evento, tra i quali i principali sono:
i tre Comuni della Valle, Pro Helvetia (Fondazione svizzera per la cultura), Repubblica e Cantone Ticino - Fondo Swisslos, Coop Cultura, OTR Bellinzonese e Alto Ticino e il media partner RSI. Una chicca finale: al calar del sole, a dar inizio ai concerti serali, sembra ci saranno i suggestivi e toccanti suoni dei comi delle Alpi, a mo’ di saluto e, chissà, di “Arrivederci”. Per maggiori informazioni, basta consultare il sito: www.ludianoinfesta.

ch
Gli appenzellesi del Gruppo Kappelle Weissbad. Claudia Muffs con il suo gruppo Luzerner Band. La famiglia grigionese dei Lenglerkapella. Gli Alp Niisell di Zugo..